Tax Credit per i Videoclip

videoclip-tax-credit

Tax Credit anche per i Videoclip - Sono opere d'arte

Roma 22 Gennaio 2020. Il Ministro della Cultura Dario Franceschini ha firmato oggi il decreto che include anche i videoclip musicali tra le opere che beneficiano del tax credit.

Un passo importante per la tutela di una forma espressiva complessa e spesso poco considerata, che da oggi si vede riconosciuta nel proprio valore al pari di film, videoarte e videogiochi. La decisione ha fatto seguito ad una petizione lanciata da molti autori e musicisti, che proprio su questo punto hanno cercato di concentrare la massima attenzione.

I videoclip raccontano storie, mondi e persone attraverso il linguaggio visivo e creano attorno alla musica un immaginario tangibile che entra con forza nel cuore delle persone. Il decreto definisce i videoclip opere artistiche universalmente riconosciute, frutto dell’ingegno con contenuti creativi analoghi a quelli di altri prodotti ammessi ai benefici fiscali della legge Franceschini sul cinema.

tax-credit-videoclip

Tax Credit - Cos'è e in che modo "aiuta" i videoclip?

La tax credit consiste in un credito d’imposta di cui produttori, distributori e finanziatori esterni posso beneficiare in forme e percentuali differenti. In concreto, consente ai soggetti che investono in opere audiovisive, da oggi anche i videoclip, di recuperare una percentuale di quanto speso in un determinato periodo d’imposta.

Per i produttori e i distributori, per esempio, è possibile ricevere un credito pari al 15% di quanto speso mentre per gli investitori esterni addirittura il 40%. Poter contare quindi su tale credito renderà più agevole ed appetibile investire in questa forma d’arte magari prendendo anche qualche “rischio” in più, favorendo quindi gli emergenti e il ricambio generazionale.

C’è anche un altro aspetto molto importante che non coinvolge solo gli “attori” diretti.

La richiesta per accedere al tax credit è vincolata alla territorializzazione che prevede, a seconda della forma dell’investimento e al ruolo dell’investitore, che la somma dichiarata venga spesa per l’80% sul territorio nazionale favorendo quindi tutto il sistema produttivo a partire dai tecnici fino ad arrivare ad interi comuni ed attività di vario tipo.

Possiamo quindi affermare che con la firma del decreto odierno si apre molto più spazio per chi del videoclip ha fatto il proprio esclusivo lavoro  o per chi cerca di emergere.

Per approfondire tutti gli aspetti del Tax Credit è sufficiente collegarsi al sito del Mibact nella sezione dedicata e in cui è riportata l’intera legge consultabile on line.